mercoledì 25 giugno 2014

Reinventarsi e cambiare vita


Molti di noi sognano di vivere un futuro molto diverso dal nostro presente.
Vorremmo vivere magari a Londra, non essere più single e mettere su famiglia oppure dipingere murales per il resto della vita.

Ma passare dall'attuale condizione ad un altra sognata è difficile, soprattutto perché alcune potenti forze psicologiche si manifestano contro la nostra reinvenzione.

E' nella natura umana, ad esempio, impegnare la nostra energia principalmente sulle preoccupazioni e le attività immediate dell'oggi.
Spesso abbiamo una percezione distorta del nostro futuro, e, anche se siamo concentrati sul nostro futuro, a volte rincorriamo ciò che si rivelano poi essere sogni sbagliati.



Molte volte poi, ci arrendiamo proprio quando avremmo bisogno di spingere di più, e, al contrario, insistiamo quando in realtà dovremmo smettere.

Eppure, senza una valutazione più lucida del nostro presente e del nostro futuro, e un approccio più efficace nel definire, perseguire e raggiungere gli obiettivi, possiamo finire in un futuro davvero che non vogliamo in cui siamo malati, falliti, soli, o semplicemente insoddisfatti.

Una sfida di auto-valutazione. Prima di poter reinventare voi stessi, dovete sapere chi siete oggi.
Moltissime persone hanno la tendenza verso una illusoria superiorità, la convinzione che le loro capacità siano sopra la media.
Ecco perché è fondamentale essere brutalmente onesti nel valutare se stessi e lo sforzo è necessario per raggiungere la reinvenzione che desiderate.

Parlate dei vostri sogni con le persone che si prendono cura di voi e di cui vi fidate e spingeteli ad essere onesti con voi sui vostri punti di forza e di debolezza.
Vi possono aiutare a misurare le vostre competenze e individuare le vostre vere passioni.



Abbiamo bisogno di trovare armonia tra ciò che conta davvero per noi e gli obiettivi che perseguiamo.

Troppo spesso i nostri piani per il futuro sono eccessivamente influenzati da pressioni esterne di persone vicine o situazioni in cui ci troviamo.

Persone intrinsecamente motivate hanno anche più probabilità di raggiungere i propri obiettivi personali perchè più concentrati nei loro sforzi anche in presenza di ostacoli e distrazioni.

Spendiamo un sacco di tempo a pensare al futuro, eppure facciamo un pessimo lavoro quando si tratta di agire per realizzare il futuro che desideriamo.

Spesso siamo troppo ottimisti su quello che verrà. Non solo sopravvalutiamo la nostra capacità di realizzare il cambiamento, ma spesso sottovalutiamo lo sforzo che richiede e il costo che dovremmo sostenere.
Tutti noi sogniamo di festeggiare successi e vittorie, ma non valutiamo attentamente quanta fatica ed impegno ci vorranno per arrivare a celebrare i previsti successi.

Per prendere le decisioni migliori per il nostro futuro, è necessario smettere di immaginarvi come un estraneo e invece vedervi per come siete realmente



Fissate obiettivi reali, fate azioni concrete.
Se state progettando di reinventarvi, dovete essere freddamente razionali.
E' necessario che gli obiettivi siano realistici e raggiungibili in termini di prestazioni o risultati.

Ad esempio decido che "ho intenzione di imparare a cucinare bene", piuttosto che "ho intenzione di diventare uno chef a 4 stelle Michelin."

Il reinventarsi probabilmente richiederà la creazione di nuove abitudini positive e costruttive per portarvi fuori dalle routine che avete seguito per anni.

La creazione di nuove abitudini è un baluardo fondamentale contro l'inerzia. 

Alcune persone dicono: "Io voglio sposarmi, ma dovrò aspettare e vedere cosa succede". Questo è un modo piuttosto sfocato per realizzare l'obiettivo. Se invece dici: "Mi piacerebbe incontrare una persona nuova ogni settimana".
Questo è un piano d'azione che ti rende più probabile trovare un partner.

Quando si traduce un piano di reinvenzione in azioni, ogni giorno si possono fare attività integrate negli obiettivi a lungo termine.
Abbiamo tanta energia e forza di volontà da utilizzare ogni giorno.

Per rimanere positivi e motivati, bisogna cercare tutti i modi per monitorare le vostre realizzazioni e come state procedendo. E, naturalmente, ci dobbiamo aspettare ostacoli.
Anche i migliori piani possono fallire e ci può essere qualcosa che fa andare storto i nostri programmi. Abbiamo bisogno di essere preparati e magari pianificare alternative.


Fate il punto dei progressi di reinvenzione ogni anno. E' facile cadere preda dello sconforto magari dopo che avete già messo in campo tanto tempo, denaro, o sforzo verso un obiettivo e sarebbe uno spreco di risorse smettere di perseguirlo ora. Non bisogna avere la paura di fallire.

A volte, invece, occorre avere la saggezza di non andare avanti e riconoscere quando un obiettivo o è diventato obsoleto, in termini dei vostri desideri e bisogni, o non può essere raggiunto.
In questi casi decidere di disimpegnarsi verso un obiettivo può essere necessario e vantaggioso.

Quando riusciamo a reinventare noi stessi, sentiamo l'orgoglio, la realizzazione, e un profondo senso di soddisfazione.

Ecco alcune domande cruciali utili per iniziare un percorso di reinvenzione.

1. Il vostro obiettivo corrisponde ai vostri valori fondamentali?

2. E' in conflitto con altre priorità della vostra vita?

3. Sarete in grado di perseguirlo a lungo termine, e con le giuste motivazioni?

4. Potete ottenere soddisfazione ad ogni passo?

5. Siete sicuri che lo volete realmente?

6. La realizzazione del vostro obiettivo è nel campo del vostro controllo? 


Buona re-invenzione!

Abstract e libera traduzione dall'articolo Reinvent Yourself



Related Posts with Thumbnails