lunedì 23 gennaio 2012

Non si può essere tutto per tutti



Nell'avviare o portare avanti un'attività la tentazione è quella di "allargare" la propria offerta, di fare sempre più cose per accontentare sempre più persone.

Il motivo di questo modo di agire è semplice, il pensiero che sta dietro a queste decisioni altrettanto: "se offro di più attiro più clienti". Semplice, sembra. Addirittura elementare. Peccato che di solito non funziona.

Voler piacere a tutti, voler risolvere qualsiasi problema non solo è impossibile ma è spesso dannoso.
Al sollievo di non dover scegliere si accompagna un dispendio di energia e di risorse che, spesso, possono essere fatali.

Meglio, allora, affrontare il mercato in modo diverso. Prima di tutto, appunto, scegliendo.
Scegliere, in uno scenario come il nostro che mostra una ridondanza di offerta imbarazzante, è una delle prove che è necessario superare per soddisfare realmente le esigenze di qualcuno dopo averlo studiato ed ascoltato.

Scegliere è faticoso, a volte doloroso, ma assolutamente necessario se si vuole sul serio proporre qualcosa di speciale, di unico e diverso.

Scegliere comporta fare i conti con i dubbi, con l'incertezza, con il tracciare strade nuove senza la garanzia che portino da qualche parte.
Ma è anche il solo modo per sperare di arrivare, e bene, dove nessuno è mai arrivato prima.
Related Posts with Thumbnails