mercoledì 2 novembre 2011

Un modello per il tuo Personal Brand Plan



Un aggiornamento, non solo grafico, del mio modello sulle 12P del personal branding.

Il marketing classico deve, forse, la sua fortuna mediatica al famoso modello delle 4 P teorizzate da Jerome McCarthy e rese celebri dai libri di Philip Kotler.
Product (Prodotto), Price (Prezzo), Place (Punto Vendita) e Promotion (Promozione) sono le 4 variabili chiavi o leve decisionali che permettono ad una impresa di raggiungere i propri obiettivi ed avere successo sul mercato.

Adattando il modello classico del marketing, nascono le 12 P del marketing personale.
Un trionfo di P per il personal branding di professionisti, consulenti e freelance.
Ovvero 12 variabili chiave per progettare il proprio piano di marketing personale ed avere successo nel proprio mercato di riferimento.

12P sono organizzate a 5 diversi livelli:
- il patrimonio personale (personalità e passioni)
- il patrimonio professionale (propositi e potenziale)
- la strategia di business professionale (obiettivi professionali e posizionamento sul mercato)
- la strategia di networking (le persone/clienti e i partners)
- la strategia di marketing e il marketing mix (performance, prezzi, packaging e promozione).

Un percorso sequenziale per definire il tuo piano di marketing personale e quindi lo sviluppo del tuo personal brand.
L’originalità del modello credo che sia proprio nel percorso proposto con un approccio strategico e allo stesso tempo unisce il piano personale, professionale e progettuale di una attività.

Al modello di base delle 12P ho inserito:
- un’analisi SWOT che potrebbe essere utile per valutare i propri punti di forza (Strengths), le debolezze o aree di miglioramento (Weaknesses), le opportunità (Opportunities) presenti nel proprio mercato e le minacce (Threats) presenti nell’ambiente esterno prima di fare le scelte chiave strategiche;

- il processo delle 4 fasi del personal branding ovvero scoperta, creazione, comunicazione e sviluppo del proprio personal brand;

- l’approccio strategico generale costituito da 4 fasi: l’analisi, la pianificazione, l’implementazione ed il monitoraggio e la misurazione dei risultati ottenuti;

- le tre definizioni base del marketing personale, del self marketing e del personal branding.

Il self marketing può essere inteso come l’insieme di tutte quelle attività di comunicazione, on line ed off line, volte a promuovere se stessi nell’ambito della propria professione e carriera lavorativa.

Il personal branding, invece, riguarda sostanzialmente la propria reputazione personale ed il modo in cui si è vissuti dal proprio mercato di riferimento.

Il personal marketing è il processo, e quindi la strategia, attraverso il quale una persona si può posizionare in modo distintivo sul mercato soprattutto nell’ambito della sua professione e carriera lavorativa.

Grazie all’aiuto tecnico di Davide, sono riuscito a dare una forma circolare a tutte le varie fasi dello sviluppo di un piano di marketing personale.

Clicca sull’immagine per ingrandirla.

Se ti piace la slide puoi scaricarla qui da flickr o qui da slideshare in pdf.

Dal modello teorico avevo già tratto comunque un template pratico che illustra le fondamentali scelte da compiere (e scrivere in modo sintetico e preciso) per progettare ed implementare un efficace piano personale. 
Il modello pratico può essere particolarmente utile soprattutto per i professionisti ed i free lance che intendono sviluppare un nuovo approccio al proprio business.





Che cosa ne pensate? Suggerimenti, consigli e critiche sono benvenuti.





Related Posts with Thumbnails