mercoledì 15 giugno 2011

Il cambiamento è costante. Le 4 A del cambiamento



"La nostra unica sicurezza è la nostra capacità di cambiare." John Lilly

Il cambiamento è costante. Nello sviluppo del proprio personal brand è fondamentale non solo sopravvivere ma prosperare nel cambiamento.

Per prosperare è necessario padroneggiare le quattro A del cambiamento.

1. Ammettere

Piuttosto che saltare subito in nuove realtà, occorre valutare come il cambiamento possa influenzare la vostra attività o la vostra vita.
Riflettere su che cosa è cambiato vi aiuta a valutare gli aspetti positivi e negativi di un cambiamento.

Che cosa ho bisogno per lasciarmi alle spalle?

Cambiare significa che qualcosa è terminato. Anche il cambiamento più positivo comporta perdite e emozioni negative.
Un nuovo lavoro può comportare la perdita di un rapporto di lavoro gradevole o un matrimonio può portare a un cambiamento di indipendenza o di abitudini quotidiane.
L’identificazione di ciò che è cambiato e di ciò che è stato perduto è un primo passo importante per andare avanti.

Quali sono le mie ancore?

Anche se a volte sembra che tutto stia cambiando troppo rapidamente, ognuno di noi ha qualche punto fermo a cui aggrapparsi durante un periodo di cambiamento.
Le ancore possono essere le vostre competenze, le relazioni chiave con gli amici o la famiglia, la vostra comunità, la vostra spiritualità, la vostra casa, o altre credenze per voi importanti.
Questi tasselli sono una parte importante di chi siete e come siete collegati al mondo. Usateli per stabilizzare la situazione.

2. Accettare

A volte sembra più facile evitare i cambiamenti piuttosto che accettare ciò che è cambiato e andare avanti. Una volta accettato che il cambiamento è costante diventiamo più capaci di gestire le nostre transizioni.

Come questo cambiamento potrà migliorare le cose?

Può sembrare banale e forse troppo idealista, ma le occasioni si presentano nel cambiamento. Alcuni credono che le persone mostrano la loro più grande crescita solo in tempi di crisi e di grandi sconvolgimenti.

Quando si cerca il lato positivo nel cambiamento, si possono effettivamente trovare nuove opportunità che vi daranno speranza, vi aiuteranno a vivere il cambiamento serenamente e a creare a un futuro migliore.

E’ inoltre necessario focalizzarsi sulle opportunità di cambiamento, dopo aver riconosciuto ed accettato le eventuali perdite. Accettare e guardare solo il lato positivo del cambiamento, ignorando o non curandosi delle perdite, di solito non funziona.

Posso scegliere di non cambiare?

Quando i cambiamenti sono stati imposti su di noi, si tenta comunque di resistere.
Tuttavia, non si può sfuggire al cambiamento.
Non accettare un cambiamento non significa necessariamente che lo status quo sarà mantenuto.
Invece il non accettare il cambiamento comporta comunque diversi tipi di cambiamento.
Avete bisogno di scegliere quali modifiche sono le migliori per voi.
Sebbene non sia possibile controllare il cambiamento, è possibile controllare come si risponde a ciò che sta cambiando.

3. Adattare

Affrontare il cambiamento coinvolge l'azione.
Anche se a volte sembra che abbiamo opzioni limitate, possiamo sempre scegliere di diventare un partecipante attivo in un processo di cambiamento.

Come posso partecipare, invece di reagire, al cambiamento?

Una volta ottenuto un chiaro segnale che il cambiamento sta arrivando, sta a voi prendere le iniziative volte a rendere il meglio nella vostra situazione.
Per esempio, perdere il lavoro è un cambiamento molto dirompente. Ottenere un feedback sul perché avete perso il vostro lavoro, iniziando a costruire una rete e garantendosi delle referenze sono azioni molto più efficaci di lamentarsi o dare la colpa al proprio datore di lavoro.

Potrebbe essere necessario un certo tempo per sfogarsi (si spera solo con amici fidati in un luogo non pubblico) e gestire nel modo più efficace la vostra perdita e le emozioni negative, ma poi è necessario accettare e passare all’adattamento.

Mettete i vostri sforzi nel ridurre al minimo gli aspetti negativi e massimizzare i vantaggi e le opportunità.

4. Anticipare

Un futurista predice quello che potrebbe succedere proiettando dati e tendenze. Nessuno predice il futuro con il 100% di precisione e in tempi di cambiamenti si verificano avvenimenti che sono del tutto inaspettati.
Tuttavia, ci sono molte cose che potete fare per anticipare il cambiamento possibile, prima che vi travolga.

Come faccio a capire che cosa sta per accadere?

Fate attenzione a ciò che sta succedendo nel vostro campo di lavoro. Consultate le tendenze in campo economico, sociale e demografico.
Pensate a come i cambiamenti tecnologici e sociali stanno influenzando la vostra sfera di interessi ora e come questi siano cambiati negli ultimi anni.

Aggiornatevi seguendo gli influenzatori del vostro settore e valutate le previsioni fatte dai futuristi esperti.

Parlate con le persone e chiedete le loro impressioni.
Allineate il vostro marchio con il futuro.


libera traduzione da "The 4 A’s of Change"
Related Posts with Thumbnails