giovedì 3 febbraio 2011

43 consigli per il vostro marketing personale


43 consigli per migliorare il vostro marketing personale in una unica slide.
Una raccolta di suggerimenti tratta da miei 2 ebook dedicati alle esperienze di marketing personale e da alcuni precedenti post.

Eccoli in versione testuale:

1. Imparate ad ascoltare

2. Guardate ciò che fanno gli altri, osservate attentamente per capire

3. Siate consapevoli del vostro valore, delle vostre capacità, ma anche dei vostri limiti e delle possibilità offerte dal mercato

4. Analizzate bene il contesto comunicativo

5. Trovate prima di tutto il vostro posizionamento, che sia il più possibile differente da quello degli altri

6. Focalizzatevi sui clienti cui potete offrire il massimo dei vantaggi

7. Agite su capacità realmente distintive

8. Specializzatevi su una nicchia ancora poco frequentata

9. Condividete informazioni per farvi conoscere

10. Sforzatevi di essere originali

11. Scrivete dei contenuti utili usando un linguaggio semplice

12. Curate ogni minimo dettaglio, sempre

13. Siate coerenti, affidabili, chiari verso i vostri interlocutori

14. Comunicate quello che siete e quello che fate in maniera mirata

15. Cercate di essere sempre positivi e affidabili

16. Cominciate a piccoli passi e testate gradualmente gli strumenti a disposizione

17. Tutti abbiamo una reputazione on-line. Cercatevi su Google e vedete cosa esce

18. Mettete a disposizione le vostre competenze con entusiasmo

19. Utilizzate i social media per dialogare, conoscere, scambiare idee

20. Coltivate e curate le relazioni

21. Impegnatevi costantemente nella vostra formazione professionale

22. Abbiate la pazienza di saper attendere i frutti del vostro lavoro

23. Provate e misurate, ed ancora provate

24. Misurate ogni attività per capire, valutare, migliorare

25. Dite sempre la verità

26. Non ci sono ricette magiche: ci vuole passione, pazienza, costanza e perseveranza

27. Non fate finta di essere qualcosa che non siete

28. Non promettete ciò che non potete mantenere

29. Non approcciate in modo solo commerciale

30. Evitate di essere noiosi, verbosi e cattedratici

31. La vostra promozione deve avere vitalità. Quando la vostra promozione ha una propria personalità, diventa più convincente

32. Non sparate messaggi ovunque

33. Scrivete i vostri obiettivi

34. Scrivete un piano per raggiungere i vostri obiettivi

35. Sviluppate un piano strategico personale

36. Trovate il modo di fare davvero la differenza concretamente

37. Aggiungete un tocco di ironia e di leggerezza senza mai prendervi troppo sul serio

38. Offrite valore vero

39. Non cercate di comprare la fiducia degli altri, occorre dimostrare di meritarsela

40. Ricordatevi che per chi non vi conosce personalmente voi siete i vostri contenuti

41. Cercate nuove soluzioni e nuovi modi proporre idee e progetti

42. Trovate le giuste occasioni per raccontarvi e farvi conoscere

43. Il vostro vantaggio competitivo siete voi.


Qui su flickr invece potete trovare la slide per scaricarla.

Che cosa ne pensate? Altri suggerimenti?

7 commenti:

  1. Così bella colorata si può stampare e incorniciare per appenderla in ufficio ;)

    RispondiElimina
  2. Ciao Virginia,

    sono contento che ti sia piaciuta!

    RispondiElimina
  3. Maria Grazia Paparelli3 febbraio 2011 20:33

    Molto interessante, complimenti.
    Direi che è la 22 che mi frega un pò!
    Un ottimo promemoria, come diceva Virginia.

    RispondiElimina
  4. Oddio, la pazienza, Maria Grazia sai dove ne vendono 2 o 3 etti? E sai se fanno sconti sulle forniture annuali? ;)
    Stefano, faresti un corso sulla pazienza? Per l'occasione giuro scenderei dal profondo nord-est e verrei a Roma...

    RispondiElimina
  5. L'idea di un corso sulla pazienza mi piace!
    Sarebbero da sviluppare i contenuti, però!
    Idee in proposito?

    RispondiElimina
  6. Direi che potremmo condire con un po' di concezione cinese sul tempo, circolare invece che lineare, così che ci sia sempre il quadro generale aperto sul tavolo e che tutti i punti siano sotto esame contemporaneamente, questo tiene sicuramente più occupata la mente che, rimanendo "distratta" da molte cose, evita di focalizzarsi sull'attesa di un singolo risultato. Beh è un po' come ingannare la pazienza praticamente...

    RispondiElimina
  7. Occuparsi invece di "pre-occuparsi"!
    In realtà secondo me avere pazienza non significa attendere, ma procedere con fiducia...
    Interessante la concezione cinese del tempo!

    RispondiElimina

Related Posts with Thumbnails