martedì 17 agosto 2010

Personal Brand: di che colore sei?



Una bella video-presentazione di William Arruda sull'uso ed il significato dei colori utilizzati nel personal branding.

Il colore è un potente strumento promozionale ed è anche un elemento fondamentale di una identità di marca.
Esso collabora con i font, le immagini e le texture a rappresentare visivamente e comunicare il tuo brand.
Ogni colore evoca diverse sensazioni e diverse associazioni mentali.

La scelta di un determinato colore o di una combinazione di colori per la tua identità farà quindi associare quei sentimenti ed emozioni al tuo brand.
I colori inoltre hanno un impatto significativo sullo stato emotivo delle persone e possono rafforzare il ricordo della tua attività.

I colori sono utili anche a favorire la leggibilità e ad attirare l'attenzione.

Scegli il tuo colore:
- Quale colore ti piace?
- Quale colore rappresenta meglio la tua personalità?
- Quale colore si adatta meglio alle caratteristiche del tuo prodotto/servizio?

Sotto due video esplorano i significati del verde e del blu, forse i colori più utilizzati da consulenti e liberi professionisti.





Post update:







12 commenti:

  1. Piacevole presentazione,anche se onestamente credo che il colore sia importante ma non fondamentale. Ritengo che spesso si esageri a ritenere corretta una determinata azione,solo col senno di poi si capisce che è stato giusta quella scelta. Ma se in precedenza veniva scelto il rosso al posto dell'arancione credo non sarebbe cambiato nulla..

    RispondiElimina
  2. Interessante presentazione, ma credo meriti sottolineare che i colori ed il loro significato variano a seconda del Paese/cultura con cui ci si interfaccia. Io mi occupo di Cina e bisogna stare attenti: sebbene l'influenza occidentale sia tanta, è facile fare delle gaffes perchè nonostante tutto la cultura locale permea profondamente comunque molti aspetti delicati come quello delle emozioni, e quando si parla di brand le emozioni sono ciò che si vuole toccare...
    Credo valga sempre la pena informarsi prima di usare "worldwide" lo stesso approccio per poi accorgersi del gran buco nell'acqua che si poteva evitare facendo entrare l'interculturalità nel nostro piano di marketing.

    RispondiElimina
  3. Grazie per le Vostre riflessioni e l'attenzione.

    E' vero che i colori e la loro percezione cambia con il diverso contesto culturale. Basta pensare al bianco come è vissuto in occidente ed in alcuni paesi orientali.
    E' anche vero che, in un contesto di marketing personale, difficilmente ci si rivolge al mondo intero.
    E' quindi ragionevole pensare alla scelta di colori basandosi sul proprio mercato o "universo" di riferimento.

    Molte volte soltanto il tempo e l'esperienza ci dicono se quella scelta, fatta in passato, sia stata vincente o determinante.
    Nonostante ciò è sempre utile, credo, provare a ragionare e fare delle "scelte" il più possibile consapevoli.
    Un colore non cambia forse il destino, ma ci può aiutare a definire meglio la nostra offerta differenziale sul mercato.
    Ovviamente è solo un elemento di differenziazione, ma rifletterci sopra può rivelarsi utile e forse anche divertente.

    Grazie.

    RispondiElimina
  4. Verde tutta la vita ragazzi! Scherzo ovviamente... ad ognuno il proprio colore! Sfumature comprese... ;-)

    Grazie Stefano e grazie a tutti!

    Francesco

    RispondiElimina
  5. certo il colore influisce molto sulle percezioni... mi dicono che il caffè cambia sapore se servito in tazzine colorate...!

    RispondiElimina
  6. Per cinque minuti ho rivissuto le meravigliose emozioni della stesura e discussione della mia tesi:"The power of colours in Japanese and Italian branding".
    Grazie Stefano!

    RispondiElimina
  7. Grazie a te per la visita. A presto ciao

    RispondiElimina
  8. il mio è CMYK... ho esagerato con i colori o soffro di personalità multiple?? :)

    RispondiElimina
  9. Ciao Stefano, come mai non metti il link per Twitter? Questi post devono finire lì!
    Grazie per lo sharing...
    Elena

    RispondiElimina
  10. Ciao Elena,

    in realtà alla fine di ogni post ci sono i pulsanti per la condivisione su facebook, twitter e linkedin. Strano che non si vedano bene!
    In più nelle etichette del post c'è anche "sharethis" con ulteriori opzioni!
    Fammi sapere se si vedono!
    Grazie!

    RispondiElimina
  11. Ciao Luigi,

    evidentemente vedi il mondo in quadricromia ;-)
    I colori possono aiutare a tracciare un profilo personale. Ci possono essere preferenze personali o legate al proprio business. In ogni caso è un supporto, non l'elemento decisivo del proprio business. Ma una riflessione su questa tema è sempre utile, credo.

    Ciao e grazie della visita

    RispondiElimina

Related Posts with Thumbnails