lunedì 16 agosto 2010

Il pensiero creativo


Una bella presentazione sul pensiero creativo. La creatività può essere intesa come la capacità di immaginare o inventare qualcosa di nuovo ovvero la capacità di generare nuove idee, combinando, modificando o riutilizzando le idee già esistenti.

Ognuno ha un notevole potenziale creativo, spesso non utilizzato per scarsa cultura o carenza di metodo.

Essere creativi è anche un atteggiamento, un modo di essere che implica la capacità di accettare il cambiamento e le novità.


6 commenti:

  1. Ne ho accennato anche io pochi giorni fa. Interessante argomento, da approfondire anche insieme al Pensiero Laterale di De Bono.

    RispondiElimina
  2. Ops il link: http://www.fabiolalli.com/2010/08/12/creare-la-cultura-della-creativita-e-dell-innovazione/ :)

    RispondiElimina
  3. non ne ho molta di fantasia. Perché credo che l’utopia ,sia la luce per un domani migliore. Per fare si che questo entri nelle menti va alimentata, e credimi faccio molta fatica, perché io appartengo alla moltitudine che è nata ne l’era fascista, dove gli analfabeti erano la maggioranza, siamo sopravvissuti al fascismo,alla distruzione della guerra, ma il sogno utopico no ci ha mai abbandonato,con sacrificio abbiamo ricostruito l’italia da consegnare hai nostri figli,per un domani migliore. L’ignoranza credevamo fosse la nostra debolezza , ma i fatti ci hanno smentito. Noi senza licenza elementare abbiamo avuto come insegnante l’esperienza, che ci ha fatto capire che le ideologie ,non esistono,sono solo create ad arte dalla classe dominante, per creare fazioni da sottomettere al proprio volere. Ti domanderai ma dove vuole arrivare? Ci arrivo subito, al sogno utopico che se venisse coltivato è l’unica salvezza. L’utopia unica luce per un domani migliore, senza partiti che fanno chiacchiere da 62 anni. Utopia per un popolo coeso ha l’interesse comune, e non dei pochi come avviene da sempre, con la sparizione di tutto ciò che sino ad oggi ci ha ingannato, per suo torna conto. Sfruttando le credenze politiche e religiose, che hanno approfittato dell’ignoranza, per gettare radici cosi profonde del male, da ingannare anche chi ignorante non è, la loro ignoranza è la stupidita dettata dalla loro indolenza. Tutto questo ha fatto il suo tempo,per questo più li lascerete al potere, e più si avvicinerà la fine di tutto, fa da spia la crisi mondiale, creata per cupidigia ,anticamera della fine di tutto. L’unico antidoto è il sogno utopico che diventa realtà, rispecchiando cosi il volere di chi ha creato un mondo perfetto. Dominato dalla gente più imperfetta che esista sulla faccia della terra. L’utopia è il messia del terzo millennio , dove quell’uno per cento che domina il mondo, cederà il passo al nuovo, privo dell’interesse dei pochi ,ha beneficio di tutto il mondo, unito in un solo credo la fratellanza . scusami se ti ho annoiato, ma noi ignoranti con pochi vocaboli ci ripetiamo allungando lo scrivere per spiegare il nostro pensiero. VITTORIO

    RispondiElimina
  4. Ciao Fabio,

    grazie per la segnalazione del tuo post molto interessante e stimolante.
    Credo che la carenza di cultura sia una lacuna da colmare.

    RispondiElimina
  5. Ciao Vittorio,

    grazie del tuo commento così pieno di passione.
    Sono convinto che la creatività non dipenda dal grado di istruzione ma da una mentalità aperta e da una visione fiduciosa del futuro.

    RispondiElimina
  6. Ciao,
    bello il post sulla creatività. Io amo la creatività in tutte le sue forme, cinema, teatro, musica ma soprattutto marketing e comunicazione. Concordo sul fatto che tutti hanno la capacità di svilupparla. si può sempre fare qualcosa di nuovo prendendo spunto dagli altri. Scrivere un blog ti permette davvero di esprimere te stesso
    un abbraccio
    Elena

    RispondiElimina

Related Posts with Thumbnails