giovedì 24 giugno 2010

Il marketing personale secondo Luciano Cassese


Dodicesimo confronto "a distanza" sul marketing personale. Quattro domande a colleghi ed amici professionisti. Oggi incontriamo Luciano Cassese.

Quanto ritieni sia importante oggi un approccio strutturato al marketing personale per un professionista?

Molto! Se vogliamo dare un voto in una scala da 1 a 10 possiamo dire che la rilevanza del MKT personale ha un peso sul proprio successo professionale pari ad 8.
In questa sede io faccio riferimento alla nozione di Marketing in generale e non alla sola promozione personale.
Fino a qualche anno fa i nostri genitori e i nostri professori ci insegnavano che il titolo di studio e il voto conseguito rappresentavano l'unico fattore discriminante del nostro successo personale.
Oggi però non è più così. Le scelte fatte quando si era giovani e i titoli di studio che sono stati ottenuti, rappresentano nel migliore dei casi solo il presupposto (necessario e non sufficiente) per competere nei ruoli e nelle posizioni aperte sul mercato.
Le professionalità cambiano di continuo ed oggi è anche più difficile progettare un percorso di studio prevedendone il successo.
Ad esempio chi oggi si iscrive ad ingegneria non può essere sicuro che tra 5 anni il mercato del lavoro esprimerà la stessa domanda di ingegneri di oggi, e la stessa cosa si può dire di tutte le altre professionalità.
Oggi siamo tutti costantemente sul mercato, anche chi ha un contratto a tempo indeterminato o esercita una professione tradizionale e codificata come quella dell’avvocato, del dentista, dell'ingegnere etc etc.
Esistono solo poche nicchie di immobilità, determinate dalla sopravvivenza, e dalla forza di alcune corporazioni (es. i notai).
Se consideriamo come prospettiva temporale tutto l’arco della vita di un lavoratore, ci rendiamo conto che non esiste più un "tempo della scuola", un "tempo del lavoro e della carriera" e un "tempo della pensione", diversamente da quanto avveniva negli anni '60 e '70.
Tutti ci ritroviamo a vivere alternando periodi di "studio", "lavoro" e "brevi pensionamenti".
Dal mio punto di vista quindi oggi per avere successo occorre definire ed implementare una strategia di "Mkt mix Personale" in un ottica di processo (continua e costante), investendo su di se con la formazione (definisco il prodotto e ne curo la qualità), studiando i bisogni di mercato e l'offerta che riusciamo a realizzare (posizionamento), ed infine identificando canali di comunicazione e strumenti per la gestione delle relazioni ottimali in relazione al proprio budget.
Quindi intendendo per "MKT personale" la capacità di definire i servizi professionali che si offrono sul mercato del lavoro e la capacità di promuoversi e costruire solidi legami e relazioni e di identificare il proprio posizionamento e la propria nicchia di mercato, mi sento di sostenere che il MKT personale incide per oltre l’80% sulle possibilità di successo
dell’individuo.
Altri fattori come il ceto sociale, il titolo di studio, l'ambiente, il territorio, e le competenze pregresse, influiscono per una parte davvero marginale sulle opportunità di successo di un individuo.

Quali strategie e strumenti utilizzi normalmente nelle tue attività di self marketing e promozione?

Personalmente utilizzo 4 strumenti/tecniche per promuovere le mie attività professionali:
1. CRM: cerco di incrementare le attività che svolgo con ogni cliente pregresso.
Curando la qualità dei servizi svolti posso chiedere di aumentare la quantità di commesse
- Peso in termini incidenza sul tempo complessivo dedicato alle attività di promozione: 10%
- Risultati in termini di crescita del fatturato anno precedente 10%
2. Web MKT: attraverso un blog e il sito della società promuovo le attività e le competenze personali.
- Peso in termini incidenza sul tempo complessivo delle attività di promozione: 45%
- Risultati in termini di crescita del fatturato anno precedente 5%
3. Lavoro associativo: Frequentazione associazione professionale promozione di occasioni di incontro da vivo tra professionisti ed esperti.
- Peso in termini incidenza sul tempo complessivo delle attività di promozione: 40%
- Risultati in termini di crescita del fatturato anno precedente 5%
4. Buzz MKT ovvero “Sfruttare il passaparola” chiedendo ai propri clienti contatti e referenze. Economico. Basta una semplice domanda: “Conosci qualcuno che….vorrebbe fare…..?” .
- Peso in termini incidenza sul tempo complessivo delle attività di promozione: 5%
- Risultati in termini di crescita del fatturato anno precedente 5%

Qual è a tuo parere l'errore assolutamente da evitare nella propria promozione on line?

Per quel che è la mia esperienza on line posso dire che gli errori più comuni sono 2:
1. Definizione non ottimale prodotto offerto in termini di area di attività e professionalità. E' importante saper rispondere alla domanda: Cosa offri? Di cosa ti occupi? Quale obiettivo persegui con la presenza on line? Non si può pensare di promuoversi se non si sa ancora bene cosa si vuole fare.
2. Valutazione costi benefici assente. Promuoversi on line richiede tempo. Tanto tempo per ottimizzare i propri sforzi e renderli produttivi periodicamente occorre fermarsi e fare il punto della situazione per valutare quali sono le attività che portano un risultato e quali no. Può capitare di dover chiudere un sito, o sopprimere un progetto di blog che non porta risultati.

Che suggerimenti daresti a chi volesse incrementare la propria visibiltà?

- Primo e fondamentale passo: Definire con chiarezza il proprio prodotto e il proprio posizionamento.
- Secondo: Condividere informazioni per farsi conoscere.
- Investire nella produzione di un Blog professionale con una grafica semplice ma gradevole.
- Usare strategicamente i social Network, promuovendosi come una persona positiva seria ed affidabile.
Da evitare nel modo più assoluto di pubblicare foto ed immagini non coerenti con una immagine professionale su tutti i social network (Fb in primis).
- Utilizzare l’article marketing.
- Sfruttare il buzz marketing, costruire coltivare, una propria rete di contatti e relazioni. Chiedere su internet o di persona: "ciao! conosci qualcuno che ha bisogno di una consulenza in.... " non costa nulla!


Luciano Cassese si formato negli ambienti del volontariato, dove, impegnato in una esperienza decennale nell’educazione dei ragazzi, ha fatto della formazione la sua passione principale. Laureatosi in scienze politiche nel 1997 ha completato la sua formazione con un Master in economia internazionale ed oggi è docente abilitato di Diritto ed Economia, Formatore e Web designer.
Da oltre dieci anni è formatore ed esperto di comunicazione. Ha maturato esperienze in progetti su commessa pubblica e privata, collaborando come professionista con imprese di differenti classi e dimensioni.
Le sue aree di competenza come formatore sono: Marketing, Web Marketing, Comunicazione e vendita, Motivazionale, Orientamento.
Nel 2008 crea il sito Professione Formatore, editoriale di formazione e sito di condivisione di risorse. Dal 2009 è il presidente dell’Associazione Formatori Professionisti, associazione di categoria a carattere mutualistico fondata sul principio della condivisione della conoscenza.
Related Posts with Thumbnails